fbpx

Video

Pierpaolo Sepe

Intervista a Pierpaolo Sepe in occasione del suo lavoro con gli studenti del secondo anno, dell’accademia teatrale  Centro Internazionale La Cometa).
La collaborazione con il regista Pierpaolo Sepe data ormai 20 anni! Nel 2001 infatti portò in scena, con gli attori del terzo anno, Shopping and Fucking di Mark Ravenhill.
Tanti sono gli attori del Centro Internazionale La Cometa che Pierpaolo a contribuito a formare, lavorando su un panorama di autori sempre interessante e vario. Da Beckett a Heiner Muller, da Shakespeare a Molière alla nuova drammaturgia inglese.
Questa volta abbiamo deciso di affrontare un autore “enorme” come Eduardo De Filippo, studiando gli atti unici, che sono un materiale poco conosciuto e ricchissimo.
Spesso un autore straordinario come Eduardo de Filippo non è oggetto di studio in un accademia teatrale, perché il suo linguaggio è sentito come estremamente autorevole ed inavvicinabile.
Invece noi pensiamo che per il percorso formativo di un allievo attore il Teatro di Eduardo è una grande scuola. Nulla è inavvicinabile.

C’è una necessità, che un giovane allievo attore conosca i capisaldi della nostra cultura e quindi Eduardo…. che è soprattutto uno dei grandissimi italiani che ha costruito un’opera talmente importante dalla quale non si può prescindere se hai un interesse verso il teatro, ma anche verso la poesia.
Per me era indispensabile che in un percorso triennale gli allievi attori capissero l’importanza e la spinta poetica che Eduardo De Filippo ha lasciato….
Eduardo esplora il mondo piccolo borghese…. racconta le miserie che albergano in un certo ceto sociale che cerca di diventare più forte, più grande, più bello di quanto sia, credendo di dover perdere le sue origini contadine in nome di un altro (ceto) che è un miraggio, che è il miraggio capitalistico che conosciamo molto bene.