fbpx

Le interviste del corso Avanzato

Guido Quaglione

Quanto è stato importante nella tua formazione il Corso Avanzato che hai frequentato al Centro Internazionale La Cometa?
Credo che nel mio percorso il Corso Avanzato fatto al Centro Internazionale La Cometa sia stato di importanza cardine. Venivo da una esperienza di studio all’Università dove però non riuscivo a trovare quello che cercavo. Io volevo recitare e studiare il modo migliore per farlo. Il DAMS non mi dava questa possibilità se non a livello teorico. La Cometa mi ha dato a piccoli passi, come è giusto che sia all’inizio, un assaggio di quello che cercavo. Mi ha messo davanti alla prova del nove di quello che volevo fare! La mia fortuna è stata quella di avere una classe di gente molto in gamba e stimolante, c’era una sana competizione tra persone che poi sono rimaste amiche oltre che colleghi. Ricordo quel periodo come uno dei più felici della mia esperienza.

C’è un episodio in particolare che ricordi?
Mi ricordo una riunione di metà semestre. Ero convinto di stare lavorando bene, di ottenere quello che volevo. Mi sbagliavo. La mia maestra dell’epoca – Lilli, che poi era anche la responsabile del corso di recitazione, me lo fece notare. In maniera molto magistrale mi disse semplicemente “ non ho ancora capito se questo mestiere lo vuoi fare davvero, secondo me non l’hai capito ancora nemmeno tu”. È stata una porta in faccia. Mi ha messo in discussione e mi ha fatto crescere tanto. È stata la prima vera lezione ricevuta in questo mio percorso.

Cosa hai fatto dopo e a cosa stai lavorando ora?

Successivamente ho avuto il privilegio di entrare alla Silvio D’Amico. Mi diplomerò a novembre con uno spettacolo di Latella da Goldoni “la moglie saggia”. Ho fatto un film che uscirà a breve. Mi sembra prematuro parlare di possibilità di lavorare al cinema ma non voglio escludere niente in questo momento. Sta per finire un qualcosa di importante e solitamente dopo ogni fine c’è un nuovo principio.


qwqqw