fbpx

Vita di classe

Teatro Argot, lə allievə incontrano Pierpaolo Sepe e Chiara Tomarelli.

Lə allievə del primo anno della Scuola di Teatro del Centro Internazionale La Cometa all’incontro con Pierpaolo Sepe e Chiara Tomarelli, presso il Teatro Argot studio.

Pierpaolo Sepe, regista che collabora con il Centro Internazionale La Cometa da ormai 20 anni, in occasione del primo studio su “Benji Adult Child – Dead Child” di Claire Dowie che sarà in scena al Teatro Argot dal 17 al 20 febbraio, incontra gli allievə per assistere a una prova esclusiva. Un’opportunità per riflettere su autori di grande rilievo nel panorama della drammaturgia contemporanea.

Dal genio di Claire Dowie, scrittrice, attrice, poetessa e pioniera dello stand-up theatre, una delle figure più anticonformiste del teatro contemporaneo, dal 17 al 20 febbraio arriva ad Argot Studio Benji con Chiara Tomarelli e la regia di Pierpaolo Sepe, traduzione di Anna Parnanzini e Maggie Rose.

Esplosiva, penetrante e leggera, la drammaturgia di Claire Dowie dà luogo a una sorta di manifesto impietoso e spassoso. Un’indagine, a metà fra un’autobiografia ribalda e talvolta dolorosa, sempre con l’attenzione ai mutamenti della società, uno dei temi chiave della nostra tormentata fine di secolo e millennio, che tante ansie e preoccupazioni genera in molti: il tema dell’identità.

Benji racconta di un grave disagio psichico, mettendo in scena una personalità scissa che, per esistere in una collettività oppressiva, deve crearsi un amico immaginario. Attraverso il racconto della sua vita, dall’infanzia, piano piano si disvelano le emozioni più profonde di questa giovane donna, entrando nel vortice del suo pensiero e del suo disagio. Della giovane donna sappiamo tutto, ma non il nome. Benji è il nome della sua amica immaginaria, prodotto di una mente bambina, che cerca riparo e equilibrio in una realtà altra. Benji è una peste, una canaglia, una vera bestia, come dice lei.


qwqqw